ossimori

 

Collezione di gioielli scultura dove la ricerca artistica ed estetica mira ad una armonia perfetta dei contrasti.

L'elemento organico realizzato in porcellana nuda, ossia priva di smalti, fa da contrappunto a forme plasmate nel metallo glorificandone le caratteristiche intrinseche e assumendo forza espressiva e protezione.

Una collezione di Gioielli unici ed irripetibili fortemente caratterizzati, nati da una lunga ricerca che affonda le sue radici nel passato di scultrice di Renata Manganelli. Questi gioielli sono frutto di un'espressione artistica che si realizza nel pieno rispetto della funzionalità e dell'estetica, per far si che ogni pezzo sia un piacere da indossare.

dietro le quinte

metascultura

la metamorfosi del gioiello

Questo progetto nasce dal desiderio di esaltare il valore scultoreo della collezione, e dal desiderio di dare al gioiello scultura una sua vita e una sua identità al di fuori dal nostro corpo. Da un lato, una scultura di cui si può indossare una parte , dall'altro un gioiello, con il suo fascino, la sua armonia e la sua indossabilità, che, quando non indossato, entra a far parte di una scultura contenitrice, perdendo totalmente la sua identità di gioiello.

le collezioni

Se segui una linea non puoi perdere il filo.

Ho cominciato piccolissima a seguire incantata la linea che mio padre tracciava sui fogli bianchi dandogli forme sempre nuove e magiche che avevano il potere di incantarmi. La ricerca di quella stessa linea mi ha portato dallo studio del pittore rumeno Radu Dragumirescu, al liceo scientifico e quindi all'accademia Albertina di belle arti facendomi poi entrare nel teatro per la porta principale, la compagnia Glauco Mauri.

Quella linea era a tratti irregolare, talvolta procedeva a balzi ma io l'ho seguita determinata in ogni sua piega. Nel 1995 dall'incontro con tre pubblicitari ho fondato Quam, la prima agenzia multimediale, e insieme all'amico pittore Giampaolo Kohler ho coltivato il sogno di portare l'arte, il disegno....la linea... nell'allora freddo mezzo di cominicazione.

Nel frattempo sono dedicata al mio più grande progetto creativo, le mie figlie. Nel 2000 mi sono trasferita a Londra dove ho vissuto per 13 anni ho preso un diploma in ceramica e tramite le mie sculture e i miei smalti la linea ha preso consistenza e colore.

Ho partecipato a mostre e juried exhibitions con successo fino a che un giorno le mie sculture si sono rimpicciolite fino a diventare gioielli.

Ogni gioiello infatti è un pezzo unico scolpito nella cera e prodotto mediante la tecnica di fusione a cera persa, nel quale si inseriscono interventi in porcellana, resina e altri materiali Avete perso il filo? Io no e nemmeno la mia linea che oggi è una linea di gioielli.

Se segui una linea non puoi perdere il filo.

Ho cominciato piccolissima a seguire incantata la linea che mio padre tracciava sui fogli bianchi dandogli forme sempre nuove e magiche che avevano il potere di incantarmi. La ricerca di quella stessa linea mi ha portato dallo studio del pittore rumeno Radu Dragumirescu, al liceo scientifico e quindi all'accademia Albertina di belle arti facendomi poi entrare nel teatro per la porta principale, la compagnia Glauco Mauri.

Quella linea era a tratti irregolare, talvolta procedeva a balzi ma io l'ho seguita determinata in ogni sua piega. Nel 1995 dall'incontro con tre pubblicitari ho fondato Quam, la prima agenzia multimediale, e insieme all'amico pittore Giampaolo Kohler ho coltivato il sogno di portare l'arte, il disegno....la linea... nell'allora freddo mezzo di cominicazione.

Nel frattempo sono dedicata al mio più grande progetto creativo, le mie figlie. Nel 2000 mi sono trasferita a Londra dove ho vissuto per 13 anni ho preso un diploma in ceramica e tramite le mie sculture e i miei smalti la linea ha preso consistenza e colore.

Ho partecipato a mostre e juried exhibitions con successo fino a che un giorno le mie sculture si sono rimpicciolite fino a diventare gioielli.

Ogni gioiello infatti è un pezzo unico scolpito nella cera e prodotto mediante la tecnica di fusione a cera persa, nel quale si inseriscono interventi in porcellana, resina e altri materiali Avete perso il filo? Io no e nemmeno la mia linea che oggi è una linea di gioielli.

contatti

Renata Manganelli - Miré

 

renata@bymire.com

tel.: 333 9981141

 

facebook